Favola: il pianeta Unicum (per adulti)

34417983_10156033456819821_3295964289566769152_n

 

 

(racconto di tipo verde)

FAVOLA DI EGIDIO

IL PIANETA UNICUM

INTRODUZIONE: A volte ci accorgiamo che se il mondo fosse consigliato da una sola opinione, da una sola specie intelligente, potrebbe capitare che tutta quanta l’umanità si metta contro qualcuno, causando ingiustizie e discriminazioni esagerate nei riguardi delle minoranze….

INIZIO

Favola: IL PIANETA UNICUM

C’era una volta, nel mondo delle favole, un pianeta si!, ma ambientato in un altra zona dell’Universo infinito, questo mondo fu creato da una divinità chiamata: il Signore del Tempo..che chiamò questo lontano pianeta…pianeta Unicum…

Questa divinità trovava piacevole creare, e per questo motivo decise di creare un pianeta come pareva a Lei, con la sua natura fertile va bene, ma abitato da un tipo di animale, si! un solo tipo di animale, forte, determinato, intelligente in grado di comunicare con gli altri esseri suoi simili..

In quanto creato per prima, questa creatura dallo aspetto animalesco fu chiamato Alfa ed era un animale erbivoro, non aveva una sembianza umana, era molto simile ai rettili della Terra, ma intelligente come gli esseri umani del pianeta Terra..

Questo unico gruppo di animali, si diffuse su tutto il pianeta, sul pianeta c’erano molte piante, molti alberi da frutto, c’erano degli alberi molto alti pieni di rami e di foglie, c’erano anche numerosi fiumi, c’erano dei laghi, con molta acqua potabile, e poi c’erano loro gli animali di aspetto simili ai rettili che chiameremo animali di tipo Alfa..

Dovete sapere che questo unico tipo di animale si moltiplicò e fu nominato dalla moltitudine uno di loro… unico re e loro unico capo..

Tutto il gruppo di animali obbediva al suo re che era per loro la unica fonte di regolarità e la unica volontà di azione..

Fu così che costui, unico re dell’unico gruppo di animali Alfa, diventò superbo di se stesso, poichè si accorse, con il passare del tempo, che ogni suo capriccio e volontà era assecondata dai suoi simili..ed il re di tipo Alfa si compiaceva di tutto questo..

Fu così che sul pianeta, molti animali si convinsero che erano esseri superiori..

Fu così che il Signore del Tempo, creatore di tutto ciò che esisteva su quel pianeta, rimproverò il re ed il gruppo di animali dal quel re governato..troppo gravi erano gli effetti della superbia in loro…come ad esempio rendere schiavi i loro simili..

Ma il re assolutista, stranamente, pur avendo sentito nella mente i rimproveri della divinità, restò indifferente e fu ugualmente preso da cupidigia spirituale, si ritenne offeso, e decise di mettere tutta la forza spirituale e la volontà degli animali di tipo Alfa, contro il Creatore, si! voleva che tutta l’energia spirituale posseduta dal gruppo di animali a cui apparteneva fosse messa contro il Signore del Tempo..allo scopo di corromperlo, di ricattarlo, inspiegabilmente di domarlo..

Il Signore del Tempo vedendo tutta questa ingratitudine da parte delle sue creature per il loro Padre Creatore, nonostante fosse lento all’ira, ugualmente si arrabbiò..troppe erano le disobbedienze e le provocazioni contro di Lui volute da quel re.

il Signore del Tempo disse: ” ho sbagliato a creare il pianeta abitato da una sola specie di animale, una specie di animale priva di veri pericoli diventa disobbediente!”

disse inoltre: “ho sbagliato a permettere a quel re un unico metodo..una unica opinione, quel re ingrato é stato reso forte da questo, poichè ho permesso che sul pianeta esistesse una unica volontà ed una sola specie obbediente che a lui si è asservita..quel re è privo di una coscienza e di veri pericoli…per questo mi ha mancato di rispetto!”

Fu così che il Signore del Tempo decise di punire sia il re, che il suo gruppo di animali di specie Alfa..

e come il Signore punì quel re egoista e superbo?

il Signore del Tempo, si mise a immaginare, si mise a creare con i suoi poteri soprannaturali, tante e numerose razze di animali, tutte diverse tra loro nell’aspetto, nella intelligenza e nelle capacità , rendendo variabile la vita sul pianeta, in modo da creare un clima di competizione tra le differenti specie esistenti sul pianeta, in modo da rendere difficile il comprendersi in quanto erano specie di animali  differenti e diventare complice di chi è diverso da noi è difficile farlo, furono creati in un solo giorno diversi tipi di animali ad esempio: i Beta, i Coma, i Delta, gli Eta, i Gamma… e così via…dando loro un nome in base all’ordine sequenziale di creazione..

e cosa accadde?

il gruppo Alfa cominciò a capire che il governo di tutta la Natura del pianeta non era più limitato al loro volere, infatti i differenti gruppi di specie di animali molto spesso non si capivano e discutevano tra loro, e litigavano per il possesso del territorio, qualcuno era del parere che si doveva cibare predando in modo carnivoro, qualcun’altro era del parere che si doveva vivere di sola vegetazione ad esempio gli erbivori.. qualcun’altro era indifferente al modo di nutrirsi…secondo questi ci si poteva nutrire come si voleva..gli onnivori…e così via..

il Signore del Tempo garantiva sempre un equilibrio esistenziale tra i differenti e numerosi gruppi di animali, a seconda se il loro re era rispettoso oppure negligente ai suoi consigli perbenisti..il Signore del Tempo con i suoi poteri soprannaturali si impossessava di frequente della mente di alcuni capi di gruppo e garantiva in questo modo più fortuna o meno fortuna ad alcuni gruppi di animali nei confronti di altri ancora, rendendoli tutti quanti obbedienti e timorosi di Lui, le differenti specie erano redarguite in un modo oppure in un altro modo mettendogli contro qualcuno ogni tanto..erano stati creati dei pericoli e  delle difficoltà, per obbligare le specie viventi a temere il Creatore..

A volte puniti ed in questo modo consigliati all’obbedienza, gli animali del gruppo Alfa, dichiararono anche loro unica divinità il Signore del Tempo, e condannarono a morte il re negligente, colpevole di aver portato sfortuna a tutti loro..in quanto li aveva messi contro il Padre Creatore..e questo era diventato pericoloso quindi era sbagliato..

Dovete sapere che la varianza di tante specie viventi sul pianeta, ed il loro discutere pacifico ma non sempre, fu garanzia di rispetto e di pace per tutti, poichè il Signore vigilava con i suoi poteri soprannaturali sul fatto che si mantenesse sul pianeta un equilibrio tra le parti, che divise si! gli abitanti del pianeta, ma non fu una cattiveria questa, poichè fu questa strategia ritenuta l’unico modo per tenere a bada e calmare l’irrequietezza ed i modi capricciosi che ogni tanto consigliavano il comportamento di alcuni gruppi esistenti..

in questo modo il Signore del Tempo aveva per se, sempre un luogo dove si sentiva veramente amato e dove poter provare comprensione per Se stesso , esisteva sempre a causa di questa strategia, una specie vivente, sul pianeta Unicum, amica e fedele alla Sua Buona Volontà..poichè tutte le creature avevano compreso che il Signore del Tempo era la vera causa spirituale di una miglior fortuna nella vita sul pianeta..

Morale:

Quando una unica visione populista nel giudicare l’umanità è causa di disaccordo con il Signore Creatore del pianeta, giunga l’agire di altri gruppi esistenti sul pianeta a portare miglior consiglio..impedendo così a chiunque una egemonia unanime che sarebbe di certo causa di cattiverie nei riguardi delle minoranze esistenti..

fine

autore: Egidio Zippone

Milano, Luglio 2022

giudizio: saggio, pratico

voto: (da 5 a 10): 9

Favola: il pianeta Unicum (per adulti)ultima modifica: 2022-07-01T12:24:33+02:00da scrittore59