Favole: il cavallo vincente (per ragazzi)

unicorn-2875349_960_720

 

(racconto di tipo verde e bianco)

FAVOLE DI EGIDIO..

IL CAVALLO VINCENTE..

INTRODUZIONE: se vi prende la tristezza, non perdete la speranza, la Provvidenza correrà in vostro aiuto..

Favola: il cavallo vincente..

INIZIO

Personaggi:

Eliseo ragazzo povero con i debiti.

il cavallo alato: una fata con poteri magici

Il padrone di casa avido

Il cavallo numero 3: che vincerà la gara allo ippodromo..

C’era una volta nel mondo delle favole, un ragazzo solo in quanto era orfano dei genitori..

Questo ragazzo abitava in una casa di ringhiera in periferia, e nonostante fosse una piccola dimora doveva pagare ugualmente una pigione molto alta..

Dovete sapere che questo ragazzo si chiamava Eliseo, e da ben tre mesi non pagava l’affitto al padrone di casa poichè era povero, aveva pochi soldi quanto basta per comperarsi del cibo, ma di pagare l’affitto non ne aveva occorrevano per farlo troppi soldi, ed il padrone di casa che era avido, era arrabbiato con lui, questi incontrò Eliseo sulle scale e lo minacciò: “se non mi paghi quello che mi devi ti caccerò via!”

Quel giorno Eliseo era disperato e  decise per consolarsi di camminare entrando in un bosco poco distante..

Cammina e cammina per il bosco, a Eliseo gli tornarono i suoi pensieri tristi, il ragazzo era consapevole che era inguaiato davvero, così Eliseo si sedette su una grossa pietra che sporgeva dal terreno e si mise a piangere..

Dopo pochi minuti cosa accadde in quel luogo, si vede che era un luogo magico, poichè apparve di fronte al ragazzo un ectoplasma in forma di un bel cavallo alato di luce bianca, si! aveva due ali bianche, Eliseo si stupì dell’apparizione e si stropicciò gli occhi, ma la creatura magica era ancora li e pensate un pò, sapeva anche comunicare nella mente del ragazzo in telepatia e disse al ragazzo che piangeva:

“Non piangere umano, mi hai commosso, voglio aiutarti!”

Devi sapere che io sono una fata…poichè ho dei poteri!”

“Se tu Eliseo accetterai i miei consigli, avrai fortuna e risolverai i tuoi problemi economici..”

Il cavallo alato che era femmina, condusse mentre restava invisibile agli altri esseri umani che incontravano, condusse Eliseo all’ippodromo che stava fuori città..

Eliseo ed il cavallo alato, che era diventato invisibile alla gente e che solo Eliseo poteva vedere e sentire, si accorsero che in quello ippodromo stava per organizzarsi una gara di cavalli, si! una corsa di cavalli, stavano per gareggiare ben sette cavalli con i loro fantini..ed il migliore tra loro avrebbe vinto un premio..

La cavalla alata di luce bianca restando invisibile agli altri, disse a Eliseo: “questa è la occasione che aspettavi…ti farò vincere un pò di denaro, scegliamo insieme il cavallo da corsa su cui scommettere.. dai!” disse la fata incoraggiando all’ottimismo il ragazzo..

Nel giardino vicino all’ippodromo si era infatti organizzato un “tornello” di cavalli, i fantini mettevano in mostra i loro destrieri per incoraggiare le scommesse dei visitatori..

i cavalli giravano in cerchio camminando lentamente, con in groppa il loro fantino, e mostrando il loro numero sulla sella…

Eliseo, dopo aver riflettuto, voleva scommettere tutto quello che aveva sul cavallo numero cinque, ma la fata dei cavalli che era vicino a lui rispose: “no! il cavallo numero cinque non vince è depresso, io avverto la stanchezza che ha dentro il suo corpo..il cavallo numero cinque di certo non vince!” nel girare lentamente del tornello di cavalli si avvicinò presso di loro il cavallo numero uno e Eliseo voleva scommettere su quel cavallo, ma la fata dei cavalli lo dissuase ancora; “no! il cavallo numero uno non vince, poichè dice che ha dei dolori alle zampe e per questo è tutto depresso!”

si avvicinò a loro intanto nel girare lentamente del tornello dei cavalli, un cavallo con il numero tre, e finalmente la fata dei cavalli disse a Eliseo…”Ecco! il cavallo vincente è il numero tre, è molto in forma e vuole vincere, avverto la forza muscolare che c’è in lui, bene vincerai molto per questo, non lo danno favorito il numero tre, poichè gli umani non sanno quel che sò io, infatti il cavallo numero tre é da molte gare che non vince e si vergogna di questo e vuole vincere per riscattare la sua autostima..

infatti io che sono una fata ed ho dei poteri ho saputo le seguenti cose degli altri cavalli in gara:

-il cavallo numero due é preoccupato perché ha capito che il suo padrone lo vuole vendere ad un altro..e per questo è depresso!

-il cavallo numero sei è innamorato di una cavalla che non lo vuole è per questo motivo è poco concentrato sulla corsa!

-il cavallo numero quattro ha dei dolori reumatici in tutto il corpo è per questo motivo è depresso poiché non sta bene!

-il cavallo numero sette é offeso da qualcuno che dice di lui che non è bravo a galoppare e quindi per dispetto al padrone non vuole vincere..é offeso!

Eliseo quindi ascoltami,  in base a quel che ho capito, punta tutto quello che ti resta sul cavallo numero tre..vedrai che vincerai!”..incoraggiato il ragazzo andò alla biglietteria e scommise tutto il suo denaro sul cavallo numero tre..si sentiva ottimista..la suggestione di avere una fata per amica ormai lo aveva convinto a questo..e scommise tutto quello che aveva!”

Fu così che la gara incominciò, l’arbitro starter  diede il via alla corsa con un colpo di pistola a salve sparato in aria..

ed i cavalli tutti insieme si misero a correre con in groppa i loro fantini,

dovete sapere che il cavallo numero tre non partì bene e rimase un pò dietro agli altri era infatti terzultimo.

ma poco dopo come per magia ..il cavallo numero tre cominciò a superare uno ad uno i suoi avversari, la forza che era in lui si manifestò all’improvviso, e il numero tre raggiunse e si appaiò con il cavallo che stava in prima fila e prima di giungere al traguardo pensate lo superò di molti metri ed il cavallo numero tre vinse la gara  attraversando per prima la linea del traguardo..

“si! la fata dei cavalli aveva ragione, il cavallo numero tre era il cavallo vincente!”..

Eliseo andò subito alla cassa dello ippodromo per riscuotere e prelevare la vincita che gli spettava ..era molto denaro..

Eliseo pensò: “con questo denaro potrò pagare l’affitto per molti anni e così non sarò mai sfrattato e potrò comperare anche dei bei vestiti..”

poi aggiunse rivolto alla cavalla alata, che era ripeto un ecto-plasma quindi una fata:

“come farò a dimostrarti la mia gratitudine cara amica?” disse Eliseo alla fata dei cavalli che lo aveva aiutato..

“Semplice! caro Eliseo dovrai solo tenere in casa tua il mio figlio soprannaturale… l’ectoplasma del cavallino bianco… poichè io devo recarmi ad un incontro di maghi e fate organizzato dal Signore della Natura in un luogo lontano..quindi mi devo assentare e non posso badare a mio figlio che è ancora un essere indifeso..

Fu così per sdebitarsi dell’aiuto ricevuto che il ragazzo Eliseo tenne in casa sua il puledro bianco si! lo tenne presso di se ..affinchè non si perdesse nel mondo, in casa infatti un ecto-plasma non crea veri problemi e così Eliseo ebbe cura del puledro di luce bianca per tutta una settimana..

Dovete sapere che alla fine della settimana la cavalla alata, che avete ormai capito era una vera fata, tornò dal ragazzo e si riprese suo figlio e disse a Eliseo:  “bravo ragazzo! hai ricambiato il favore che ti ho fatto…devi sapere però che adesso questo cavallino bianco è diventato come un fratello spirituale per te…e quando diventerà grande e forte, sarai aiutato da lui e ti proteggerà con la sua magia, poichè quando sarà diventato adulto il cavallo bianco avrà poteri magici che userà per aiutare gli amici..”

Fu così che Eliseo visse felice e contento poichè oltre al denaro necessario…Eliseo aveva trovato anche un amico spirituale e come dice il proverbio: “chi trova un amico trova un tesoro!”

fine

autore: Egidio Zippone

Milano, Giugno 2022

giudizio: originale, simpatico

voto (da 5 a 10): 9

Favole: il cavallo vincente (per ragazzi)ultima modifica: 2022-06-11T09:18:35+02:00da scrittore59