Favole: i gusti sono gusti (per ragazzi)

siren-3848734_960_720

 

(racconto di tipo verde)

FAVOLE DI EGIDIO..

I GUSTI SONO GUSTI

INTRODUZIONE: E’ forse permessa la incoerenza alimentare, poiché la intelligenza umana, forse comprende il libero arbitrio..in quanto dispone di buon senso..

Favola: I gusti sono gusti..

Inizio

C’era una volta, nel mondo delle favole, in un isola delle Hawaii, uno stregone di nome Balì, che un giorno parlando di fronte alla statua della sua divinità, decise come ispirato dall’idolo, che: “bisogna nutrirsi in modo ordinato e coerente, di conseguenza l’uomo deve nutrirsi di sola carne, poichè non è una creatura dell’oceano, restando coerente con la sua natura, in questo modo resterà virile e più forte nel fisico per lungo tempo!”

I molti abitanti dell’arcipelago Hawaiano non si preoccuparono di questo e restarono indifferenti..a loro infatti la carne piaceva da mangiare..soprattutto se era arrostita..

Soltanto una donna indigena di nome Luana, avendo sentito la nuova regola, decise che era un ingiustizia quella, poiché a lei piaceva nutrirsi di pesce e di frutti di mare (conchiglie e mitili e ostriche) ma a volte gli piaceva anche nutrirsi  di carne, quindi questa nuova regola gli creava problemi alimentari..

Lo stregone disse: “Farò una magia che impedirà agli esseri umani di immergersi sotto acqua, in questo modo gli umani non potranno pescare le ostriche, poichè é vietato nutrirsi di esse, causerò questa difficoltà!”

Da quel giorno l’indigena Luana, quando si immergeva sotto acqua per pescare, era presa da grande timore di soffocare sotto acqua, e doveva quindi riemergere subito in superficie, poichè non riusciva a trattenere più il fiato in apnea, la maledizione dello stregone causava questo  effetto in lei..

Fu così che Luana piangeva, poichè non poteva più nutrirsi di pesce e dei frutti dell’oceano..le cose che gli piacevano davvero, che preferiva,  non poteva più averle..

La sentì piangere una fata, la Fata dell’acqua, che disse a Luana: “Io posso aiutarti, vedrai, quando ti immergerai nell’acqua pensa il mio nome che devi sapere é “Wai..” e vedrai che riuscirai a restare in apnea più a lungo..e potrai pescare quello che vuoi..”

Fu così che Luana mentre era sotto acqua pensava più volte la parola “Wai” e dovete sapere funzionava davvero, si poteva restare in apnea sotto acqua molto a lungo..

Dovete sapere che Luana da quel giorno, anche se molti non erano d’accordo, riusciva a nutrirsi sia di carne, come facevano molti altri indigeni, che di frutti del mare e di pesce, come facevano in pochi, si! Luana gioiva del nutrirsi sia di carne che di pesce, appagando il suo libero arbitrio, da quel giorno si usa dire alle Hawaii che: “i gusti sono gusti!”..

Morale:

la accusa di essere incoerenti sessuali ed alimentari si supererà, se crederemo fortemente nel libero arbitrio, e così non ci sentiremo in colpa per i nostri “gusti” anche se sono differenti dalla maggioranza..quello che preferiamo ci sarà permesso..a causa della possibile libertà di opinione..

Fine

autore: Egidio Zippone

Milano, Novembre 2022

giudizio: fantasioso, originale

voto (da 5 a 10): 9

 

Favole: i gusti sono gusti (per ragazzi)ultima modifica: 2022-11-16T09:00:05+01:00da scrittore59