Poesia: Dovevi stare attento!

 

A mid-adult caucasian male police officer stands in front of a car, writing a ticket for a moving violation.

Poesia: Dovevi stare attento!

“Dovevi stare attento!” disse il secondino

Al carcerato rinchiuso nella cella guardandolo dallo spioncino

“Dovevi stare attento!” disse il giudice con molto vanto

Vedendo un genitore incestuoso in preda al pianto

“Dovevi stare attento!” disse ll direttore

all’impiegato licenziato per aver commesso un errore

“Dovevi stare attento! disse il finanziere

all’imprenditore che non obbediva al fiscal-dovere

“Dovevi stare attento!” disse il pregiudicato

al commerciante che si era al pizzo negato..

“Dovevi stare attento! disse l’uomo che aveva sbagliato

ad una persona che non aveva lo stesso peccato..

“Dovevi stare attento!” disse il vigile urbano

all’autista del veicolo che guidava in contro mano….

Lo hanno detto anche a voi quando vi hanno giudicato

che piangere è inutile sul latte versato

“Dovevi stare attento!” è in realtà una frase furbetta

Che fa sentire superiore a noi chi non ci rispetta

Ma tu sai che anche gli altri, si stanno perdonando cose gravi

Anche loro hanno tradito e disobbedito ai loro avi

Quindi perdonati lo stesso e si con te buono

Senti solo la tua esperienza e non un altro suono

Quanto è falso degli altri, questo severo dire

sapendo che molti che lo dicono nella galera dovrebbero già finire

Ma che colpa hai tu.. se la vita è severa

e non con tutti è stata buona consigliera

La società quel che a te ha negato, ad altri invece lo ha regalato

E’ quindi va rimproverato chi con pignoleria ti ha giudicato

Sbaglia chi dice solo a te “dovevi stare attento!”

E consiglia a tutti gli altri di dare a te il tormento

Che si faccia i fatti suoi quell’intrigante

Sia allontanato da te all’istante!

poichè se il Volersi Santo del Signore hai rispettato

dei tuoi peccati un giorno sarai perdonato!

Fine

Milano, 25 maggio 2008

Autore: Egidio Zippone

 

Poesia: Dovevi stare attento!ultima modifica: 2021-02-20T13:37:53+01:00da scrittore59

Lascia un commento