Favola: il re furbacchione (per adulti)

depositphotos_128343760-stock-illustration-king-in-crown-and-mantles
(racconto di tipo verde)
INTRODUZIONE: Favole che fanno discutere, a volte le autorità ci tengono troppo a creare un paese dove il suo popolo si debba identificare in un unico pensiero ed una sola volontà…
INIZIO
Favola: Il re furbacchione..
Un giorno nel mondo delle favole,  un re di nome Onofrio, preoccupato per il futuro del suo regno, disse al suo primo ministro:
“il mio popolo non mi pare unito in una forte coscienza che farebbe di esso una nazione, facciamolo sentire uguale e unito mettendolo ad esempio contro qualcuno consigliandolo con ragionamenti e definizioni da noi escogitate”
“Si! Mia maestà..sarà fatto!”
ed il primo ministro ci pensò ed ordinò la persecuzione ovunque delle persone zoofile…esse furono maltrattate e punite…. finchè esse si estinsero in tutto il paese.
Ed il re dopo qualche anno vide che tutto il paese si era purtroppo nuovamente calmato e quindi disse ancora:
” Il mio popolo mi pare ancora rilassato e non ancora unito in un unico pensiero che farebbe di esso una nazione, facciamolo sentire uguale ed unito mettendolo contro qualcuno con ragionamenti e definizioni mediante nostri consigli”
“Si! Mia maestà sarà fatto!”
Ed il primo ministro, notando che gli zoofili erano stati già vinti e scomparsi, ordinò quindi la persecuzione di altri, ovunque le persone pedofile..furono maltrattate e punite..finchè esse si estinsero in tutto il paese..
Ma dopo qualche anno il re vedendo che tutto si era di nuovo calmato…disse ancora:
” Il mio popolo non mi pare ancora unito in una unica coscienza che farebbe di esso una nazione, facciamolo sentire uguale e unito mentre maltratta e disprezza qualcuno con ragionamenti e definizioni da noi consigliate…”
“Si! Mia maestà sarà fatto!”
Ed il primo ministro, notando che gli zoofili ed i pedofili erano stati già vinti ed esiliati, cosi decise ed ordinò la persecuzione di altri, ovunque le persone omosessuali..furono maltrattate e punite..finchè esse si estinsero in tutto il paese..
Passarono gli anni ed il re vedendo che il popolo era tornato nuovamente apatico e demotivato..disse ancora:
” Il mio popolo non mi pare ancora mentalmente unito in un unico pensiero che farebbe di esso una nazione, facciamolo sentire uguale e unito mentre maltratta e disprezza qualcuno con ragionamenti e definizioni da noi istigate…”
“Si! Mia maestà sarà fatto!”
Ed il primo ministro, non sapendo con chi prendersela e chi ancora perseguitare, poiché non restava nessuno degno di questo, infatti zoofili, pedofili ed omosessuali erano stati tutti già vinti ed esiliati, decise di ordinare la persecuzione ovunque delle persone ladre…si! la persecuzione di chi ha rubato…ma il re quando lo seppe..avvertendo un pericolo per lui.. su questo all’improvviso ci ripensò e stranamente si stupì di questa nuova buona intenzione del governo… poiché secondo lui si offendeva la libertà della gente… e chiese le dimissioni del primo ministro…
Conclusione:
Si! Il mondo a quanto pare è in mano ai furbi..
il metodo di identificarsi in un unica idea che consiglia di disprezzare e di maltrattare qualcuno, al solo scopo di creare un paese unito, é un metodo malvagio..in quanto avvantaggia sempre gli stessi..
Molto meglio per la salute dell’individuo che il malumore delle cose fatte male si distribuisca nell’animo di tutti i peccatori indistintamente….in questo modo la crisi esistenziale sarà più sopportabile per molti esseri umani…il peso del malumore che causa stress alla salute si diluirà in questo modo su più spiriti erronei, permettendo una vita normale a molti..e così si dirà: “mal comune mezzo gaudio!” é questo il vantaggio di saper giudicare con onestà…
fine
Autore: Egidio Zippone
Milano, Settembre 2015
Favola: il re furbacchione (per adulti)ultima modifica: 2021-01-21T20:18:15+01:00da scrittore59

Lascia un commento