Poesia: il giorno del giudizio

Poesia: il giorno del giudizio
Il giorno ultimo sarà dal Signore spiegato
quello che seppur scritto nelle sacre scritture non è stato ascoltato
e chi non ha offeso il volersi Santo del Signore
sarà giudicato consigliato dalla pietà e dall’amore
quante fisse per i loro peccati hanno i peccatori
forse le crisi di coscienza gli causano dolori?
quanto bisogno in loro di giustificarsi
quanti tentativi inutili di purificarsi
rassegnatevi oh! anime di peccatori
ormai siete impuri, poichè siete stati trasgressori
inutili saranno i vostri ragionamenti infedeli
il giorno del giudizio arriverà e saranno tolti i veli
tutti i nodi verranno sciolti dal pettine dell’accusatore
pentitevi davanti al sacerdote confessore
e forse avrete diritto all’aiuto del Signore
all’aiuto dei preti, dei sacerdoti, dei frati, e delle suore
dite grazie alla solidarietà del loro cristiano amore
sarete giudicati e forse perdonati dai Santi
aspettate quel giorno ultimo, rassegnati e rinuncianti
ci saranno per voi momenti di vergogna e di frustazione
di timore, di stridore di denti, di penitenza e di punizione
molti saranno I perdonati in quanto risultano pentiti
ma molti saranno puniti in quanto non sono mai rinsaviti
state rassegnati a questo inesorabile momento
non si sa quando accadrà ma è questo del Signore l’intento
forse domani, forse tra un anno, forse tra cento anni
forse tra mille anni, ma di sicuro non ci saranno inganni
state rassegnati oh! anime di peccatori
è inutile che rivelate ora i vostri errori
ciò che è buono da ciò che è cattivo sarà separato
ciò che è impuro, da ciò che è puro sarà allontanato
e siccome comanderà la sola verità
sarà fatta giustizia senza iniquità
inutile sperare nella furbizia e nell’imbrogliare
nulla sarà lasciato al caso ed al mitigare
chi ha chiesto giustizia quel giorno l’avrà
poiché quel giorno si giudicherà con serietà
state rassegnati oh! anime senza speranza di salvezza
poiché tutto questo è scritto per chi si è negato alla saggezza
che la rassegnazione vi renda calmi e più socievoli
così al pensiero del vostro destino finale..sarete arrendevoli
nessun ansia per voi…nessuna falsa soluzione
siccome sappiamo che non vi siete pentiti in confessione
meritate per voi ed i vostri amici la giusta destinazione
che sarà di certo un luogo di sofferenza e di tribolazione…
chi vuole la pace e la tranquillità il pianeta Terra vivendo erediterà
chi ha saputo essere Santo invece nel regno dei cieli per sempre vivrà
FINE
autore: Egidio Zippone
Milano, 19 Dicembre 2019

Poesia: il giorno del giudizioultima modifica: 2019-12-20T18:56:53+01:00da scrittore59

Lascia un commento