Favola: la principessa Zitella (per ragazzi)

INTRODUZIONE: come mai una ragazza che non trova marito o si è sposata con molti anni di età, è chiamata da tutti “zitella”…potrebbe essere per il motivo raccontato in questa favola..
INIZIO
Favola: La principessa Zitella
La favola che vi voglio raccontare, è ambientata in Italia nel lontano 1600 d.c. , in uno dei tanti ducati e feudi e nelle molte città governate da singoli re, governi che si erano instaurati in quel periodo storico, la favola narra la storia di una principessa…ella era giovane e gradevole..ma non era veramente bella, a causa del suo naso troppo lungo e delle molte lentiggini, però era molto simpatica e intelligente negli argomenti.
Il suo nome era “principessa Zitella”.
Questa principessa abitava in un castello con dame e cavalieri e sua madre la regina e suo padre il re, volevano vista l’età che ormai aveva la principessa, che ella trovasse marito in modo da dare continuità alla loro dinastia.
La principessa Zitella aveva molti amici ma ancora non aveva incontrato un innamorato che le dimostrasse amore…un po’ perché non era bella davvero e pochi si interessavano a lei ….un po’ perché nessuno le piaceva veramente.
I suoi genitori il re e la regina volevano vederla sposata, ma non riuscivano a trovarle marito, eppure la principessa era ricca, chi la avrebbe sposata sarebbe diventato un giorno re di quella città…ed i nobili di corte dicevano che questo accadeva perché Zitella aveva un brutto naso e la pelle con le lentiggini non piaceva a tutti…e i giovani si sa molte volte sono pignoli in queste cose.
Chissà da chi aveva ereditato il suo aspetto, si chiedevano i genitori, ma la ragazza era l’unica figlia che avevano ed essi le erano molti affezionati…così vivevano insieme alla loro figlia questa difficoltà….trovare a Zitella un marito..questo era il loro compito e dovevano fare presto..il tempo passava inesorabile.
Zitella viveva la sua vita di corte ugualmente, una vita fatta di ricevimenti concerti e momenti di istruzione, tra i cortigiani aveva molti amici, amici nobili e istruiti..tra i quali un principe di nome Vanitoso e un principe di nome Opportunista, ma essi non le facevano la corte neanche un pò e le facevano capire che essi non erano adatti a lei…non le dicevano che lei era brutta per non offenderla, ma le facevano capire nonostante gli incoraggiamenti gentili della principessa che non c’era nessuna attrazione tra loro.
Fu così che la principessa Zitella un giorno si rese conto di quanto il suo aspetto non facilitasse il dovere di trovarsi un marito e divenne triste per questo..
Ella pensava “quanta gioia potrei dare ad uno sposo innamorato..fare dei figli con lui..e vivere dei bei momenti di amore con lui, eppure queste mie buone intenzioni non bastano”.
Prima relazione e incontro
Un giorno alla festa del grande ballo in onore della primavera, Zitella si invaghì di un bel principe dai suoi genitori invitato.
Il principe di nome Sincero questo era il suo nome..era un bell’uomo ed era vestito sempre di bianco con un bel mantello ed un bel cappello piumato.
Egli sentendosi incoraggiato dalla principessa, le diede un bacio gentile a labbra chiuse mentre erano sul terrazzo, ma purtroppo la loro relazione durò solo tre settimane, Sincero era un principe che diceva sempre quel che pensava senza riserva e senza scrupoli, quando un giorno Zitella chiese al principe cosa lui pensava del suo naso ella si sentì offesa dalla sua risposta sincera…Sincero le disse che il suo naso non le piaceva era proprio sproporzionato e quindi Zitella pensò che Sincero stava con lei solo per divertimento che non era innamorato e la principessa decise di interrompere subito la sua relazione con lui..quel principe le era diventato antipatico all’improvviso.
Seconda relazione
Un giorno alla festa di capodanno Zitella si ritrovò a ballare con un bel giovane era anche lui un principe e si chiamava principe Complessato… ed era infatti un principe un po’ timido e impacciato.
Avvicinò inizialmente la principessa Zitella con molte parole gentili..ma poi dopo averla convinta a fare l’amore con lei nel giardino del palazzo reale, ed essendo riuscito nei suoi propositi, al principe improvvisamente gli sparirono i complessi che aveva da tempo, ed egli cominciò a sentirsi un uomo finalmente, un grande amatore, e siccome si volle improvvisamente un grande uomo, la timidezza che aveva quel principe svanì e accorgendosi all’improvviso di quanto era brutta Zitella rispetto a lui, ebbe purtroppo coscienza di questo e il principe capì di meritarsi di più dalla vita..lui era un grande uomo virile e voleva vicino a lui ora una donna molto bella …e così lasciò la principessa dopo averla sedotta.
La principessa Zitella soffrì per qualche giorno di questo addio , ma poi imparò a farsene una ragione e si disse che quel principe non la meritava più e accettò di restare da sola per un po’.
Terza relazione
Alla festa in maschera di un carnevale Zitella incontrò e si innamorò di un altro principe che si chiamava principe Falso..
Egli era un bell’uomo ed era vestito di un bell’ abito tutto nero con un mantello nero e un bel cappello piumato ma era pieno di debiti..dopo aver capito che la principessa Zitella era interessata a lui, questo principe avvicinò la principessa preso più da un interesse economico che sentimentale, poiché seppe che la principessa era ricca..la principessa era ricca infatti ed il principe Falso le mentì quindi su tutto proprio per piacerle..restarono un po’ insieme qualche mese , ma anche il principe si stufò ben presto del naso della principessa..egli era in grado di mentire su tutto, ma su quel naso però era difficile mentire nonostante la natura bugiarda di quel principe, egli scoprì che non sapeva mentire bene, soprattutto non sapeva mentire per sempre …si ingarbuglio nel parlare della bellezza delle donne e cadde in disaccordo nel parlare con lei..e lei Zitella capì che non era amata veramente da lui e così si lasciarono di comune accordo..fu una circostanza fortunata per la principessa Zitella ..quel principe non l’amava neanche un pò, voleva solo i suoi soldi…quindi fu giusto che i due si lasciarono.
Quarta relazione
Passarono gli anni, e Zitella era sempre sola, aveva già quarant’anni ed ormai aveva perso ogni speranza di sposarsi, i suoi genitori pensavano che ormai non sarebbero diventati mai nonni.
Quando una sera, ricorreva la festa della Epifania in onore dei re magi…Apparve nel buio alla principessa Zitella la fata Fantasia, amica della strega Befana, ella comprese il dispiacere di Zitella poiché anche lei era sola e disse alla principessa: “Cara amica, la bellezza in una donna è indispensabile, ma io posso aiutarti, facendo in modo che una magia di amore influenzì il giudicare di chi ti piace, ma deve essere il soggetto giusto, infatti la magia non funziona per tutti gli uomini, funziona solo per chi è buono di cuore.
Dovete sapere che Zitella nei giorni successivi si invaghì di un altro principe e questa volta Zitella pregò la fata Fantasia che fosse la volta buona, così avrebbe accontentato i suoi genitori e finalmente avrebbe trovato un compagno ideale per la sua vita.
Un principe vestito di un bel vestito verde e di un mantello rosso..e di un bel cappello piumato…avvicinò la principessa Zitella e si dichiarò…egli si chiamava principe Sognatore era un principe un po’ imbranato a giudizio del padre re, infatti era un po’ distratto..ma la sua bontà e i suoi modi gentili, anche se un pò goffi, causarono l’amore di Zitella per lui…la principessa trovava questo principe molto attraente…un po’ perché la principessa si annoiava a vivere senza una vera storia di amore ..un po’ perché ella cercava marito da tempo e così la principessa accettò la corte di quel principe…anche se a suo padre il re non piaceva, quel principe sembrava poco deciso e insicuro..
Un giorno Zitella capì di essere innamorata sinceramente di lui poiché quel principe a differenza degli altri aveva sempre la testa tra la nuvole ed era per questo molto simpatico e non se la prendeva mai a male se Zitella rideva ogni tanto di lui per le situazioni strane in cui si trovava ogni tanrto,, molte volte e di gusto ella aveva trovato divertente quel principe…e la principessa capì che era felice di passare il tempo con lui …infatti mai egli pensò con vanità alla loro relazione.. per lui non esistevano doveri severi nella realtà..per lui la vita era una dolce fiaba…un sogno…a volte Sognatore preferiva più sognare che pensare ai suoi doveri.
“Questo principe é il soggetto giusto!” disse la fata Fantasia: “vedrai che la mia magia ora funzionerà.”
La loro relazione durò più di un anno…ed i genitori di Zitella nonostante i borbottii del padre re, decisero di farli sposare ugualmente quei due innamorati…per sistemare finalmente la figlia e renderla madre.
La principessa Zitella si sposa
Arrivò il giorno del matrimonio finalmente.
La fata della Fantasia da loro invitata, si propose di sposarli e li sposò..e quando al principe sognatore fu chiesto in modo solenne: “ami tu questa donna e vuoi tu sposarla nel rispetto e nella fedeltà?”..il principe sognatore rispose “si! lo voglio” e come in bel sogno guardò voltandosi la principessa Zitella e per effetto del suo amore da fiaba, la vide come una bellissima e perfetta donna ..e nella sua fiaba da sogno ella sembrava degna di lui..la magia voluta dalla fata Fantasia si era compiuta.
E così per effetto del buon carattere del principe Sognatore e dell’amore che aveva Zitella per lui.. che il loro sogno si avverò e vissero come sposi felici ..
La vita felice abbellisce l’aspetto umano…e Zitella si sentiva ora più bella di quanto fosse…ed il suo viso divenne più luminoso per effetto dell’amore che provavano..
I due principi vissero come marito e moglie protetti dalla loro madrina che era la “fata Fantasia” vissero felici e contenti..misero al mondo due bambini e li chiamarono..Consolazione e Sistemazione.
Morale:
Non vietiamo a nessuno di credere in un sogno che porta felicità e consolazione.
Facendo l’errore di obbedire ai consigli opportunisti dei parenti e degli amici.. il principe avrebbe rifiutato Zitella e scelto di restare da solo..ma per effetto della sua grande fantasia da sognatore che lo portava a sognare ed ad abbellire la vita che lo circondava .. decise un’altra cosa..il principe trovò il coraggio di sposare la principessa .. rischiò ed ebbe ragione lui…
Sognatore fu felice di averla scelta..poiché il sogno del loro amore da fiaba rese bella davvero ai suoi occhi la sua innamorata, rendendo la sua vita piena di speranza..ebbe coraggio e vinse, fu felice davvero…si sistemò.
E poi non si deve disturbare il sogno di un marito e di una moglie, dicendo che solo chi ha sposato una donna bella può considerarsi un grande uomo, poiché l’ambizione in queste cose è cattiva consigliera…é meglio considerare più che la certa bellezza considerare di più il buon carattere del partner..
Dovete sapere che da quel giorno tutte le donne in cerca di marito chiedono aiuto alla fortunata principessa Zitella da cui prendono anch’esse il soprannome….infatti ancora oggi la ragazza che non trova marito è chiamata da tutti “zitella” un po’ per rimproverarla del vivere da sola, un po’ per augurarle di trovare un innamorato adatto a lei…come accadde alla principessa del 1600 che si chiamava proprio con questo nome strano..
Fine

Autore: Egidio Zippone
scritto: Milano, 20 luglio 2015
giudizio: injtelligente, psicologico
voto: (da 5 a10): 9

Favola: la principessa Zitella (per ragazzi)ultima modifica: 2017-06-14T18:08:08+02:00da scrittore59

Lascia un commento